Intervista al Presidente di FederPED

Stefano Coquinati è stato il Presidente di UNIPED fino al 2019 ed è tuttora un nostro associato. E’ oggi il primo Presidente di FEDERPED, la federazione che unisce tre delle più importanti associazioni professionali di Pedagogisti.

E’ stato intervistato dalla nostra associata Vanessa Ferrari, responsabile del canale YouTube di Uniped, a cui presenta la Federazione, parlando delle scelte e delle strategie.

E’ un momento importante per la Pedagogia in Italia

Seminario Nazionale

Nuovi Scenari per le Professioni Educative

Sono riprese le attività didattiche e le occasioni di formazione. Uniped prende parte attivamente alla discussione e all’elaborazione scientifica che ha lo scopo di definire le nuove occasioni professionali del Pedagogista e dell’educatore.

Ci sarà un Seminario Nazionale organizzato dall’Università ECampus il giorno venerdì 8 gennaio 2021 dalle 17.00 alle 19.00 aperto a quanti vorranno partecipare.
A causa del perdurare dell’emergenza sanitaria il seminario sarà online.

Per informazioni e per partecipare, inviare una mail a riccardo.mancini@uniecampus.it; mariagrazia.simone@uniecampus.it

E’ nata FEDERPED

Siamo orgogliosi di comunicarvi che oggi, 8 dicembre 2020, dopo più di un anno di lavoro, si è tenuta l’assemblea costitutiva della Federazione Pedagogisti ed Educatori FEDER.P.ED.

FEDER.P.ED. È la prima federazione che riunisce le associazioni professionali riconosciute dalla legge 4/2013 di educatori e pedagogisti.

Erano presenti i presidenti e i vice presidenti delle tre associazioni che hanno fondato la Federazione (APP, CONPED e UNIPED). Sono stati approvati l’atto costitutivo e lo Statuto che verranno depositati nei prossimi giorni. E’ stato eletto il dott. Stefano Coquinati (pedagogista associato ad Uniped) come presidente e Silvia Negri (pedagogista associata APP) come segretaria.

L’obiettivo è quello di creare un ente che rappresenti con più forza ed efficacia le istanze delle professioni di Pedagogista ed Educatore Professionale Socio Pedagogico a favore di una cultura pedagogica.

E’ per noi un momento storico!
Pur preservando la loro autonomia, è la prima volta che tre associazioni professionali decidono di vita ad una forma aggregativa con personalità giuridica. È un traguardo che diventa al contempo punto di partenza per un cammino solidale e unito.
Confidiamo che in futuro possano aderire a questo progetto federativo anche altre associazioni, capaci di mettere al primo posto il dialogo e il bene della nostra comunità professionale.


Siamo certi che FEDERPED saprà garantire una maggiore qualità dei servizi e della rappresentanza di tutti i nostri associati.

Seminario nazionale CUNFS “Dal protocollo alla rete”

Sabato scorso si è svolto online il seminario sul protocollo d’intesa siglato tra le Associazioni professionali e il MIUR. E’ stata una occasione per confrontarsi tra gli esponenti di SIPED, CUNSF, SIPES e le principali Associazioni di Pedagogisti italiane.

Per UNIPED hanno partecipato il Presidente Nazionale Alessandro Bozzato e il responsabile della Regione Veneto Stefano Coquinati

in allegato il video del seminario di sabato 28 novembre 2020

Seminario_CUNSF_-_Dal_Protocollo_alla_Rete-20201128_0849-2 (1).mp4 – Google Drive

UNIPED punta alla FORMAZIONE

In questo periodo di minacce di chiusura e di timori per il ritorno del Lockdown, soci e scuole di formazione aderenti a UniPed lavorano per l’aggiornamento e la formazione dei pedagogisti iscritti.

Nel mese di ottobre due proposte gratuite di formazione a distanza: l’avvio della formazione del Pedagogista Scolastico proposta da Stefano Coquinati e il Seminario sui bisogni dei bambini organizzato dalla SIPP



1
PEDAGOGISTA SCOLASTICO
Incontro di riflessione per educatori, pedagogisti, insegnanti e dirigenti su la figura del pedagogista come mediatore tra scuola e famiglia e presentazione del Corso di alta formazione sul LAVORO DEL PEDAGOGISTA A SCUOLA WEB IN AIR  Giovedì 15 ottobre 20 Ore 19.00 – 20.00



2
I BISOGNI DEI BAMBINI, L’INTRECCIO DEL MONDO DEGLI ADULTI

Bambini, famiglie, scuola e servizi socio – sanitari: comunicare, condividere, collaborare

Seminario online con Sandra Matteoli

Venerdì 30 ottobre 2020 dalle 17,30 alle 19,30

Di fronte alle sfide educative, all’unicità di ogni situazione che ci troviamo ad affrontare, spesso ci chiediamo che cosa può fare la differenza, che cosa può favorire il miglior percorso possibile, il benessere di tutti coloro che sono coinvolti e in particolare di quelli che vivono il disagio in prima persona. Abbiamo ormai compreso che non si può cercare la formula magica, che dobbiamo seguire la logica dei piccoli passi e valorizzare sempre il percorso personale. Questo spesso non è sufficiente: manca ancora qualcosa che davvero può aiutarci.

Iscrizione gratuita. Al termine del seminario verrà rilasciato un attestato di formazione rilasciato dalla SIPP (Società Italiana di Pedagogia e Psicologia)



UNIPED INCONTRO AL MIUR

Si è svolto ieri pomeriggio presso il Ministero dell’Istruzione un incontro tra i rappresentanti dell’Associazione Pedagogisti Educatori Italiani, dell’Associazione Professioni Pedagogiche, dell’Associazione Nazionale dei Pedagogisti Italiani, del Coordinamento Nazionale Pedagogisti ed educatori, dell’UNIPED – Unione Pedagogisti e della Conferenza Universitaria Nazionale dei Dipartimenti di Scienze della Formazione per attivare una nuova fattiva collaborazione in vista della riapertura a settembre delle scuole .

I rappresentanti delle Associazioni presenti hanno ringraziato il Ministro Azzolina per l’attenzione e il supporto e per aver organizzato l’incontro con il Capo Dipartimento Giovanna Boda, delegata dal Ministro per le azioni riguardanti le emergenze educative.

Si è parlato del fondamentale ruolo della figura dell’educatore e del pedagogista all’interno della comunità scolastica e dell’importante supporto che il loro lavoro può offrire alla ripresa di tutte le attività scolastiche dopo il lungo periodo di chiusura delle scuole con una specifica attenzione alle situazioni scolastiche che hanno sofferto i maggiori disagi dovuti al periodo di lockdown e che hanno chiesto aiuto all’help desk attivato presso il Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali del Miur.

Al termine della riunione si è convenuto sulla stesura di un nuovo protocollo d’intesa tra Ministero dell’Istruzione e le associazioni più rappresentative di pedagogisti e educatori e sull’attivazione di specifici percorsi di accompagnamento da svilupparsi nelle scuole italiane che soffrono specifiche situazioni di emergenza educativa al fine di supportare dirigenti scolastici, docenti, studenti e famiglie nell’affrontare insieme il nuovo anno scolastico.

Alla Ministra Azzolina e al mondo della Scuola

Uniped ha sottoscritto, con le altre associazioni professionali di pedagogisti (CONPED e APP), un appello alla Ministra Azzolina per ricordare ruoli e competenze dei Pedagogisti

Perché la scuola è in primo luogo un ambiente educativo, non un contenitore didattico e tantomeno un presidio sanitario;

perché il lavoro con i ragazzi ha bisogno di essere congruente, coeso e ha bisogno di aderire alla realtà;

perché i tecnici e gli esperti di problematiche educative sono i Pedagogisti

Si allega


Il TAR Piemonte boccia il ricorso di ANEP

Con sentenza pubblicata il 13 luglio 2020, il Tribunale Amministrativo blocca in modo inequivocabile la guerra tra professioni educative sostenuta senza ragione da alcuni.

Nello specifico era stato promosso un ricorso contro la Regione, rea, secondo ANEP, di aver pubblicato una deliberazione che, tra le altre cose, comportava “disparità di trattamento tra educatori” e violava la legge 145/18; non solo: aveva difetti di istruttoria e, in calce, rivelava “incompetenza della Pubblica Amministrazione”.

Il ricorso è stato bocciato, e ANEP è stata condannata al pagamento delle spese procedurali. Noi di UNIPED auspichiamo che sia l’occasione per ripensare alle modalità e al senso della lotta che alcune associazioni conducono contro molti educatori e pedagogisti.

Lo stesso TAR Piemonte ha richiamato ANEP rispetto all’insensatezza di un’Associazione che tutela solo una parte degli associati schierandosi contro un’altra parte dei propri associati: ” (…) tra i soci dell’associazione vi sono anche educatori professionali non laureati, l’interesse dedotto in giudizio concerne solo una parte degli associati, quella degli educatori professionali socio-sanitari neo-laureati, e non tutta la categoria di educatori rappresentati dalla ricorrente (…)”

Si allega l’intera sentenza del TAR, sperando che contribuisca a fare chiarezza in merito all’avvilente campagna di disinformazione intorno alla questione dell’obbligatorietà di iscrizione all’albo dei sanitari del TSMR per gli educatori.